ALESSANDRO ZANNONI

Stato di famiglia

I protagonisti di questi racconti sono le cavie di un laboratorio, soggetti a una condizione mentale e ambientale che inevitabilmente li pone di fronte a conseguenze, effetti collaterali di un destino sbagliato, di una natura cattiva. Zannoni, come un bravissimo sceneggiatore ci mostra il male, le sue distorsioni senza alcun fine didascalico. Il Male sta lì e non può essere gestito. È un fatto irrazionale. C'è e si manifesta. Lo vedi esplodere, e ne puoi intuire la potenza anche da fermo, prima che sia realmente visibile. È come il fischio sinistro che precede il terremoto. Zannoni ci fa percepire tutto questo in modo perfetto, non solo perché ogni parola e il suo significato sanno stare al loro posto, ma anche perché vengono incastrate in ogni scena, a loro volta montate sapientemente. Ritmo, montaggio e sintassi asciutta sono le grandi virtù di questi racconti acidi, che narrano tutti un medesimo Male, ma ogni volta in modo singolare, esclusivo. Fuori da ogni regola, nella maniera più freddamente atroce. Come è giusto che sia.

Alessandro Zannoni è scrittore e sceneggiatore per il cinema.

Il suo debutto nell’editoria ufficiale, dopo essere stato un autore autoprodotto con successo di critica e pubblico, è merito di Luigi Bernardi, guru indiscusso della letteratura nera italiana, che lo ha fatto esordire con Perdisa Editore. Ha al suo attivo quattro romanzi; nel marzo del 2018 è uscito il suo primo libro per ragazzi. Ha scritto racconti che sono apparsi su importanti blog nazionali, riviste letterarie e antologie. Ha scritto i testi del fumetto Il cugino, disegnato da Lorenzo Palloni.

Il primo film tratto da una sua sceneggiatura vedrà l’inizio riprese nel 2019. Nel 2002 ha dato vita al FestivalNoir a Lerici, che dopo sei edizioni si è trasformato negli incontri letterari itineranti “Leggere fa male”. Organizza “Mi piace corto”, il primo festival dedicato ai racconti, che si svolge a Sarzana. Da novembre 2018 cura un corso di scrittura e lettura per ragazzi. Conduce “Senzafiltro”, programma radiofonico in onda sulla radioweb RadioRogna.it.

Nel 2019, con il suo “Stato di famiglia”, ha vinto il primo premio della V edizione del festival Giallo Garda.

TOP