DANIELA BONANNI e GIPO ANFOSSO

La mia prima volta con Fabrizio De André. 305 storie

Pavia: qui tutto è cominciato.

Perché a Pavia è facile incontrarsi.

Perché a Pavia è facile mischiare passioni, canzoni, persone.

"La mia prima volta con Fabrizio De André": una raccolta di testi cominciata in sordina, tra amici, nel giugno 2013, con un sommesso passaparola e senza nessuna idea di dove saremmo andati a parare.

La situazione ci è poi esplosa tra le mani, si è estesa via mail, via facebook e non sappiamo bene come. E sono arrivati testi da ogni parte: Genova e la Liguria, Milano, Roma, Ferrara, Brescia, il Friuli, l'Emilia, l'Abruzzo, la Basilicata... E ognuno racconta incontri con Faber vissuti lontano, lungo la penisola e oltre, fino all'Alaska e all'Argentina.

Perché è lui, Fabrizio De André, che chiama all'appello, è lui che ancora continua a generare passioni e ad unire vite e generazioni.

 

305 storie per raccontare una Storia.

305 storie, tutte diverse e tutte speciali.

305 incontri con la calda voce di Fabrizio, le sue parole, le sue ribellioni.

Un grande affresco collettivo di emozioni condivise.

Nel nome e nel segno di Fabrizio De André, patrimonio dell'umanità ed eredità da trasmettere.

Daniela Bonanni Radici friulane (Casarsa), è arrivata a Pavia, per amore, alla fine degli anni '70. Maestra a tempo pieno per quarant'anni, ora in pensione. Da sempre "agitatrice culturale" con forte senso del collettivo: Spaziomusica, Imagine.Pavia, Leggere.Pavia, Pavia con Macondo... E, sempre partendo dalle scuole: "... E con la vita avrebbe ancora giocato", "Mille papaveri rossi", con De André nel cuore.

Gipo Anfosso Insegnante di scuola media, appassionato di letteratura, di storie e di memoria. Collabora con diverse associazioni impegnate nel sociale. Ama De André fin da piccolo, quando lo ha scoperto grazie alla sorella. Curare un libro su di lui realizza una sua grandissima aspirazione. Un altro sogno è continuare a marciare in direzione ostinata e contraria

TOP