LAURA TUSSI

Giornalista e scrittrice, si occupa di pedagogia nonviolenta e interculturale.

Ė autrice di numerosi libri e collabora con diverse riviste fra cui “Rassegna dell’Istruzione” (Mondadori - Le Monnier- MIUR), “Scuola e Didattica” (Editrice La Scuola), “CEM Mondialità", "Rivista Anarchica”. Promotrice del Progetto “Per Non Dimenticare” delle Città di Nova Milanese e Bolzano (www.lageredeportazione.org) e del Progetto Arci Ponti di Memoria (www.pontidimemoria.it). Ha conseguito la sua quinta laurea specialistica nel 2009 in formazione degli adulti e consulenza pedagogica e ricerca educativa nell'ambito delle scienze della formazione e dell'educazione. Collabora con diverse riviste di settore e telematiche tra cui www.peacelink.it, www.pressenza.com/it e www.ildialogo.org

È autrice dei libri: Sacro (EMI 2009), Memorie e Olocausto (Aracne 2009), Il Dovere di ricordare (Aracne 2009), Il Pensiero delle Differenze (Aracne 2011), Educazione e Pace (Mimesis 2012), Un Racconto di vita partigiana - con Fabrizio Cracolici, Presidente ANPI Nova Milanese (Mimesis 2012), Dare senso al tempo - Il Decalogo Oggi. Un cammino di Libertà (Edizioni Paoline 2012), Il Dialogo per la pace. Pedagogia della Resistenza contro ogni razzismo (Mimesis 2014).

Ha curato, insieme a Fabrizio Cracolici, il volume “Giovanni Pesce per non dimenticare” (Mimesis 2015), che contiene anche il DVD con un’intervista video risalente al lontano 1983: una testimonianza inedita di Giovanni Pesce, comandante partigiano dei GAP, che racconta la propria vita, dal duro lavoro, come migrante in Francia, alle leggendarie azioni di lotta nelle Brigate Internazionali in Spagna, dal confino a Ventotene alla Resistenza partigiana antifascista a capo dei GAP sia a Torino, che a Milano, con il compagno di lotte, il leggendario Dante di Nanni.

TOP