MILENA BERTOLINI

Giocare con le tette

"Questa non è una storia del calcio femminile, questa è una storia al femminile del calcio, e un po' anche del mondo", scrivono gli autori di questo libro.

Attorno al calcio giocato "con le tette", cioè dalle ragazze italiane, europee e di tutto il mondo - si pensi solo agli USA - girano ancora molti, troppi pregiudizi.

È la storia dei difficili sviluppi del calcio femminile, contrastato nel suo sorgere e nel suo sviluppo da una cultura sportiva e politica tutta coniugata al maschile, eredità dei tempi in cui l'uomo viveva ancora nella steppa.

Un'impietosa denuncia contro il sistema calcio e i suoi interpreti, raccontata con un filo di ironia, per narrare invece una storia serissima

Milena Bertolini è un’ex calciatrice e, ora, allenatrice di calcio, unica, con Carolina Morace, a possedere il titolo per allenare una squadra di Serie A maschile.

Nel corso della sua carriera da giocatrice ha ricoperto il ruolo di difensore centrale in diverse società: Prato, Woman Sassari, Bologna, Agliana, Monza, Modena, Pisa, Foroni Veronae, e ha giocato in Nazionale.

Più volte premiata con la Panchina d’Oro dall’Aiac, attualmente, è allenatrice della squadra Brescia calcio femminile, con la quale è arrivata fino ai quarti della Champions League. Guida la fondazione per lo sport di Reggio Emilia e ha curato il libro, scritto da un anonimo, “Giocare con le tette”, testo denuncia sulla discriminazione nei confronti dello sport rosa e in particolare del calcio.

TOP